Spese di spedizione
gratuite per ordini a partire da 59€
Consegna
in 1-3 giorni lavorativi
Kit omaggio Monodosi
in ogni ordine

Restart 2024: i consigli della life coach Alessia Marchini per iniziare il nuovo anno con grinta

I primi mesi dell’anno sono il periodo in cui molti ripongono grandi aspettative. Messi da parte di eccessi delle grandi feste e superate le “ultime” occasioni di convivialità concesse a gennaio, febbraio è il vero e proprio mese delle ripartenze e dei buoni propositi

Non ci sono più scuse: riprendere in mano le buone abitudini è il modo migliore per prendersi cura di sé, favorendo il benessere di corpo e mente. Ma come si fa a rimettersi in carreggiata dopo un periodo di alimentazione sregolata, stravizi e piccoli piaceri proibiti? 

Seguire alcuni consigli per ripartire con gradualità può rappresentare la mossa più efficace. 

E chi meglio della nostra Alessia Marchini, influencer, life coach ed emotional trainer, può supportarci in questo percorso con metodo? 

Scopriamo allora come ritrovare la serenità un passo alla volta, mettere in chiaro gli obiettivi e raggiungerli senza ansie grazie ai consigli di Alessia per un restart grintoso.

Ciao Alessia, benvenuta sul Magazine di UNIQA. Parlaci un po’ di te: chi sei, cosa fai e quali sono le tue passioni?

Sono Alessia Marchini, life coach & emotional trainer, ma in primis sono una mamma, un’amica, una donna – proprio come la maggior parte di voi – , e anche io utilizzo il coaching come mezzo per riportare il focus su di me nei momenti in cui ne sento la necessità.

Dopo le vacanze di Natale capita a tutti di voler ripartire con carica e pieni di buoni propositi ma non sempre si riesce a raggiungere l’obiettivo. Infatti, spesso si finisce per non concretizzare affatto quanto si è prefissato, oppure di lasciar perdere tutto dopo le prime settimane di rientro. Il risultato? Ci sentiamo insoddisfatti e con un po’ di malessere addosso che ci incupisce l’umore. 

Niente paura! I momenti di sconforto e “pigrizia” sono normali, soprattutto dopo diverse settimane di sregolatezze. Con questa chiacchierata facciamo in modo di aiutarci a concentrarci di nuovo sul nostro benessere e incanalare la nostra energia nella giusta direzione, recuperando le buone e sane abitudini.

A proposito di festività e ritorno alle abitudini, come hai affrontato la ripartenza in questo nuovo anno?

Anche io in passato facevo la classica lista di buoni propositi prima di fine anno o all’inizio di quello nuovo, ma ben presto mi sono resa conto che era tutto inutile. Anzi, ritengo che quella lista sia proprio da abolire perché, sostanzialmente, è troppo irrealistica.  

La verità è che spesso ci scriviamo di tutto e di più, senza valutare la reale fattibilità dei propositi nelle nostre vite e, soprattutto, senza considerare se ciò che abbiamo scritto sia davvero un obiettivo che vogliamo raggiungere e valga la pena di inserirlo in agenda.

Infatti, dobbiamo tenere a mente che c’è molta differenza tra un buon proposito e un obiettivo vero e proprio! 

Non solo, non dovremmo mai sottovalutare l’impatto che una lista di buoni propositi non realizzata genera sul nostro benessere e sulla nostra autostima. Ogni qualvolta non riusciamo a raggiungere gli obiettivi (soprattutto se non sono realistici come quelli che spesso inseriamo nelle liste di inizio anno) finiamo per sentirci dei procrastinatori seriali, incapaci di portare a termine compiti e propositi. Il risultato è una drastica perdita di fiducia in noi stessi… e come possiamo ripartire con l’umore così sotto terra?

Allora il mio consiglio è molto semplice: pochi ma buoni! Meglio focalizzarsi, quindi, su uno o due obiettivi che vogliamo raggiungere con tutti noi stessi, senza lasciarci distrarre da propositi irrealistici.

Ripartire da sé stessi è la chiave. È proprio quello che ho fatto io a fine 2023: ho fatto un check dell’anno appena trascorso e mi sono subito resa conto che negli ultimi mesi dell’anno non mi ero presa cura di me, anche a causa di un periodo un po’ particolare. 

Avevo abbandonato gli allenamenti, procrastinato la skincare, ho fatto molta meno attenzione alla mia alimentazione e sono tornata sempre tardi dall’ufficio. Le mie energie sono state tutte assorbite dai mille impegni quotidiani, dalle responsabilità professionali e in casa, dalle attenzioni da dedicare ai miei bambini, come preparargli la cena, sistemarli e metterli a letto presto. In quei mesi mi è sembrato che tutto andasse alla velocità della luce e che non ci fosse mai tempo per me. 

Ad un certo punto, allora, mi sono chiesta se tutto questo mi stesse facendo del bene. La risposta, ovviamente, è stata un secco NO. Sentivo che mi mancava prendermi cura di me, trascorrere del tempo con me stessa e rendermi felice. 

Quindi ho analizzato tutto quello che non andava bene e che mi ero trascinata fino a fine anno e sono ripartita carica e determinata. Ho messo nero su bianco gli obiettivi, reali e realizzabili, che volevo raggiungere compatibilmente con il mio stile di vita e i miei impegni. 

Perché una cosa è certa: prendersi cura di sé è il punto di partenza per poter dare anche agli altri!

Quali sono secondo te i tre principali aspetti da curare per ripartire con grinta?

Credo che partire dalla propria mente, dal proprio corpo e dalla propria pelle sia il modo migliore per focalizzarsi su sé stessi e procedere con determinazione in tutti gli altri campi della vita.

Posso sembrare di parte, perché nel mio lavoro aiuto le persone proprio a potenziare la mente, ma non ho alcun dubbio che senza una mente forte, tenace e focalizzata nessun obiettivo può essere portato a termine.

La mente è il centro di controllo di tutto: organismo, emozioni, sensazioni, istinti. È il punto da cui partono gli input e averne il controllo è importante per mantenersi motivati.

L’alimentazione, insieme allo sport, sono il secondo aspetto da curare. Le metto insieme perché si tratta di due attività che dovrebbero andare di pari passo, in quanto fondamentali per il benessere del corpo e della mente. 

Per alimentazione intendo un approccio consapevole, basato sull’ascolto del proprio corpo e sui segnali che ci manda quando ci nutriamo. Il nostro corpo infatti sa cosa ci fa bene e cosa invece dovremmo evitare, e spesso ci invia dei segnali (che puntualmente non ascoltiamo) per indicarci la giusta direzione. 

Attraverso il coaching, ad esempio, possiamo imparare ad ascoltarci e ad alimentarci in modo consapevole lasciandoci guidare dai nostri reali bisogni. In questo modo possiamo imparare anche a regolarci di conseguenza con la quantità e tipologia di cibo, ascoltando il senso di sazietà.

Per quanto riguarda lo sport, ci tengo a fare una precisazione. Troppo spesso mi accorgo che l’allenamento non è sentito come un piacere ma come un vero e proprio dovere. Molte persone vanno in palestra solo perché devono, perché gli è stato detto che fa bene, quindi si sottopongono a sedute di allenamento meccaniche e prive di entusiasmo. Al contrario, io penso che quello spicchio di tempo che dedichiamo allo sport debba essere piacevole, perché si tratta di tempo che stiamo dedicando a noi stessi, al nostro corpo e alla nostra mente, con amore. 

Per questo motivo, chiediti cosa ti piace fare, sperimenta e inizia a fare attività che ti fanno stare bene. Perché ricorda, che siano 20 minuti o 1 ora, lo stai facendo per il tuo benessere psicofisico.

Infine, ma non per importanza, prenditi cura della tua pelle. La skincare è un momento importante per il benessere esteriore e interiore. È un momento solo tuo, quindi accarezza la tua pelle con amore e applica dei prodotti validi perché stai nutrendo la tua pelle, lo scudo che protegge tutto il tuo corpo… non sottovalutare l’importanza di questo gesto.

Che consigli puoi offrire a chi soffre della post-vacation blues/syndrome (che rende tristi e demotivati)? Come si affronta?

Ripartire da sé stessi e dalle piccole cose che ci fanno sentire bene è il modo migliore per “guarire” dalla sindrome da rientro. 

Io, ad esempio, quest’anno ho deciso che la mia skincare con un po’ di musica di sottofondo sarebbe diventata il mio rituale di benessere quotidiano. E mentre mi ritaglio i miei 7 minuti al mattino e alla sera per la beauty routine penso <<mi sto occupando della mia pelle, del mio viso… mi sto prendendo cura di me!>> e questo mi fa stare bene. 

Poi ho ricominciato ad allenarmi con costanza e questo significa che lo faccio anche per soli 15 minuti al giorno perché magari non ho abbastanza tempo, quindi cerco di fare almeno qualche esercizio per muovere il mio corpo. 

Con questo voglio dire che non serve stravolgere le proprie abitudini ma basta avere la voglia di ricreare una nuova routine più efficace, vivendo la vacanza un po’ come un reset. È così che si affronta il post vacation blues e te lo assicuro, a quel punto avrai solo voglia di tornare a stare bene e ripartire!

  • Leggi anche: Dai più ritmo alla tua pelle: scopri la linea UNIQA Day

Come mantenere alta l’autostima quando la ripartenza sembra difficile?

Come accennavo, è letale imporsi 10 o 15 buoni propositi e poi abbandonarli ancor prima di iniziare. Questa è una strategia che non può che ledere alla nostra autostima! Piuttosto, sarebbe opportuno porsi meno obiettivi (anche solo 1 va bene!) ma realizzabili e soprattutto che diano un valore aggiunto alla nostra vita. 

Spronarci a eseguire i compiti prestabiliti (purché siano ragionevoli e validi) anche quando non ne abbiamo voglia ci farà sentire persone costanti, determinate e con grande forza di volontà. Questa è la chiave per arricchire la nostra autostima e rimanere motivati

A questo scopo, è fondamentale percepire che le nostre parole e i nostri pensieri si concretizzano man mano e diventano obiettivi raggiunti.

Quanto è importante riprendere la routine (o costruirne una nuova) per raggiungere i propri obiettivi? Ci sono delle azioni o rituali che consigli?

Scrivere può fare la differenza. Riportare nero su bianco il nostro percorso di rinascita sarà molto utile per non perderci strada facendo, quindi una volta segnato l’obiettivo dobbiamo dargli un tempo definendo entro quando vogliamo raggiungerlo, oppure ogni quanto ci prefissiamo di svolgeremo le azioni che ci condurranno al risultato. A questo scopo, è opportuno porsi delle domande mirate, come ad esempio:

  • Quali azioni devo compiere per raggiungerlo? 
  • È sotto la mia responsabilità? 

Una volta messo tutto in chiaro, non resta che cominciare e rimanere fiduciosi. Abbiamo individuato il percorso da seguire e anche se non dovessimo essere carichi ogni giorno, superare la stanchezza e gli ostacoli della nostra quotidianità ci farà sentire persone forti e centrate. 

Concediti dei momenti di stop e perdonati per esserti lasciato un po’ andare in queste vacanze. Ricorda che fa parte del gioco e del giusto equilibrio della vita: lasciarsi andare per poi però ricentrarsi e andare dritto verso i propri obiettivi.

Ma ricorda… il tuo primo obiettivo, SEI TU. 

La vostra Ale 

Inizia a scrivere e premi invio per cercare

Carrello
Nessun prodotto nel carrello.

Spese di spedizione

Le spese di spedizione sono gratuite per gli ordini di importo superiore a 59€.

Spedizioni in 1-3 giorni lavorativi.

I Resi sono sempre gratuiti entro 14 giorni dalla consegna dell’ordine.

For international shipping, please contact us at info@peaitalia.it

Kit omaggio

Ci piace coccolarti! Per questo all’interno di ogni pacco che spediamo aggiungiamo un Kit di 3 Monodosi UNIQA in omaggio. 

Ci piace sorprenderti! Per questo cambiamo spesso le monodosi del Kit omaggio. Così siamo sicuri che tu possa provare tutte le monodosi della Linea UNIQA.

Ci piace consigliarti! Per questo ogni Kit omaggio viene creato sulla base dei  suggerimenti dei membri del Team UNIQA. Scoprirai così chi ti ha consigliato le Monodosi che stai utilizzando!

Ci piace ringraziarti! Ogni volta che scegli di essere UNIQA ci rendi ancora più orgogliosi di quello che facciamo ogni giorno. Per questo nessun omaggio sarà mai abbastanza per dirti…GRAZIE

Tempi di consegna

Ci teniamo davvero a fare in modo che i prodotti UNIQA arrivino il prima possibile a casa tua. Per questo Lucia, Irene, Stefania, Francesco, Margherita, Fausto, Damiano e Daniele si impegnano ogni giorno a far partire la tua spedizione UNIQA nel minor tempo possibile. 

Normalmente riceverai la tua spedizione in 1-3 giorni lavorativi. Siamo veloci, ma se ordini nel fine settimana non vedremo il tuo ordine prima del lunedì mattina. Ci teniamo al riposo del nostro Team!

Qualche domanda?

Rispondiamo dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.00 al numero di telefono 0734466592 , via mail scrivendo a ordini@boutiqueuniqa.com e su Whatsapp al 3420612511 .